Intervista con Giorgos Siachamis

4 Gennaio, 2018 0 Di EESTEC LC Trieste

Giorgos Siachamis, Ambassadors Team Coordinator, condivide la sua visione dell’EESTech Challenge.
Leggete la versione originale su ➡️https://goo.gl/QxUMM2


1. Cosa ti interessa di più del concorso EESTech Challenge?

Il fatto che combina perfettamente 2 delle mie cose preferite: grande livello di intuizione accademica e lo Spirito EESTEC, che non è qualcosa che si vede ogni giorno.

2. Qual è la cosa che ti ha fatto desiderare di essere parte dell’ EESTech Challenge come coordinatore degli Ambasciatori?

Volevo davvero essere attivo in un team o progetto internazionale quest’ anno, e questa mi sembrava l’ occasione perfetta per me. Essere il coordinatore degli Ambasciatori mi dà l’ opportunità di collaborare con un sacco di persone provenienti da differenti LC (Comitati Locali) e aiutarli per quanto possibile ad organizzare qualcosa di grande. E’ stata anche un’ occasione per sviluppare altre parti di me stesso che non ho avuto la possibilità di fare.

3. 24 città organizzano la Sfida EESTech quest’ anno. Un bel numero! Come ti senti su questo?

Sorprendente! E’ stato uno dei nostri principali obiettivi, quello di avere un aumento del 50 per cento nella partecipazione degli LC, e indovinate cosa, è successo! Sono più che entusiasta di avere questa possibilità di lavorare con 24 persone!!

4. In qualità di Coordinatore Ambasciatori dell’ EESTEC Challenge, quali sono i tuoi doveri e le tue sfide?

Il mio dovere è quello di sostenere e monitorare tutti gli incontri locali durante l’ intero processo organizzativo e di essere un ottimo collegamento tra il Board della EC (EESTech Challenge) e i comitati organizzativi locali.
La sfida principale, ma anche quella che ho cercato, è quella di tenere efficacemente traccia di tutti quei Roundi Locali ed essere in contatto con tutti, rispondendo alle loro esigenze individuali.

5. Il board della EC ha tenuto la sua prima riunione live due settimane fa a Zagabria. Come ti senti su di esso?

Benissimo! Era la prima volta che incontravo tutti da vicino (oltre Elena, che conoscevo già) ed è stata una sensazione davvero incredibile! Abbiamo avuto 3 sessioni di lavoro e tutte sono state estremamente produttive e sicuramente hanno aiutato il progetto ad andare avanti. Penso anche che dopo quella riunione ci siamo legati molto di più 😀

6. Quali sono le tue aspettative per questo progetto?

Adottarla non solo una, ma molti passi avanti e migliorare gli LC EESTEC e EESTEC in genere. In altre parole, la mia aspettativa è quella di rendere quest’ anno l’ anno d’ oro della EC 😀

7. Che cosa renderà questa EESTech Challenge epica?

Le persone che stanno lavorando per sostenerla, tutte sono davvero grandi e credo sicuramente che faranno la differenza!

8. Raccontaci la tua storia preferita di EESTEC.

Hmm, credo che sarebbe stato come ho iniziato il mio viaggio: durante il mio secondo anno in EECS (Electrical Engineering and Computer Science), una mia ottima amica ha postato qualcosa relativo a EESTEC sulla mia pagina Facebook di classe. Conoscevo EESTEC in generale, ma quel post mi ha davvero interessato, così ho chiesto di questo e mi ha detto di unirmi anche lei. Dopo averci pensato, ho fatto il salto della fede, mi sono unito alla squadra FR (la mia amica ne era la Coordinatrice) e bene, il resto è storia.

9. Raccontaci i tuoi hobby e i tuoi interessi al di fuori di EESTEC.

Sono parecchi, qui ci sono i più importanti: Basket, Calcio (sia guardare che giocare), Videogiochi (Azione, Sport e un po’ di RPG), Musica (suono la chitarra elettrica), Cinema (qualunque cosa a parte commedia e storie d’ amore, ecc.).

10. Piani per il futuro?

Per il prossimo futuro, voglio davvero aiutare la EC a diventare più grande e aiutare tutti ad ottenere risultati migliori. Il mio focus è su questo (e sui miei studi xD).
Una volta terminata l’ EC, a seconda di alcuni altri parametri, deciderò cosa fare sia con la mia prossima tesi che con il mio coinvolgimento in EESTEC il prossimo anno: D